tenuta_san%20c_calogero_%20modicatenuta%20san_calogero__modicatenuta_san_calogero_modica%202

MODICA

Il nome Modica deriva dall’arcaico termine siculo “Mùrika” che letteralmente significa “pietra”, indicante la natura rocciosa del posto su cui sorse la città; secondo altre fonti, invece, la denominazione sarebbe stata assegnata dai fenici, i quali la chiamarono “Mùtika”, termine che indica un luogo accogliente e protetto (letteralmente: “dimora”).

La città di Modica, dunque, sembra prendere il nome dalle caratteristiche dei luoghi: la conformazione del terreno, infatti, presenta un tipo di roccia molto tenero, un calcare marmoso, che consente una facile lavorazione. Numerose sono, infatti, le grotte scavate nelle pareti, in tutto circa settecento, che sono state utilizzate nei secoli come abitazioni.

Ed è proprio in corrispondenza di esse si è sviluppato il centro storico di Modica, che si estende in salita lungo un promontorio, con le tradizionali e caratteristiche casette addossate le une sopra le altre, tali da rendere, insieme alle molte scalinate e viuzze, l’intero abitato decisamente suggestivo; basti pensare alle facciate delle chiese che, contrariamente alla tradizione, si aprono sopra importanti e singolari scalinate, piuttosto che sui tradizionali sagrati (importanti esempi sono il Duomo di San Giorgio e la Chiesa di San Pietro).

Questi elementi urbanistici hanno molto suggestionato nei secoli i visitatori di questi luoghi fino al punto da indurre alcune fonti storiche a definire Modica, con i suoi “cento” ponti e le “cento” chiese, la città più affascinante d’Italia dopo Venezia (molti dei ponti richiamati, a seguito di eventi sismici, sono purtroppo andati perduti).

www.comune.modica.gov.it

© 2016 www.tenutasancalogero.com – Az. Agr. Tenuta San Calogero srl S.

C.da San Calogero, Brucoli - 96011 Augusta (SR) - P.iva 05256000877

Tutti i diritti riservati, vietati riproduzione e utilizzo d'immagini anche parziali.

privacy policy
coockie policy
Create a website